Stampa

EURO-POOL

 


E’ un boro molto piccolo e composto in realtà da strade che riproducono i luoghi di origine dei suoi abitanti. Ci sono Amsterdam Drive, Berlinenstrasse, Little Odessa, Big Ben’s square, Akopoles Hill, l’Ile de France.

 

Caratterizzato da una certa decadenza tipicamente europea, si districa in un dedalo di stradine e palazzi di usto quanto meno dubbio.

 


AMSTERDAM DRIVE (3): con le sue vetrine che mettono in vendita ogni tipo di sesso (dal più tradizionale al nuovo richiestissimo cyber-sex) e con i suoi locali che smerciano droghe sintetiche, a volte prodotte artigianalmente negli stessi, si distingue per il so aspetto grottesco.

 


BERLINENSTRASSE (4): la strada tedesca e mittleuropea, dominata dal grattacielo della BIOMAAS CO. e da due circoli ricreativi di neonazisti, è una via silenziosa e poco illuminata: per fare fronte a questa cosa l’amministrazione pubblica ha dotato le stradine germaniche degli antichi lampioni a gas portati da Denver dai primi emigrati di origine tedesca del Colorado.

 


LITTLE ODESSA (5): il quartiere russo è il più grande, occupa sei isolati: Uliza Leninina. Ul. Mira, Ul. Tverksaya, Ul. Aleksandrova, Ul. Karbisheva: tutto come in ogni città russa, con le case da the, i night popolati di bellissime silfidi bionde, i ristoranti georgiani e i circoli culturali.

 

L.O. è gestita da un mafioso russo, Oleg Salenko e dal figlio Igor. Inizialmente si occupano solo del controllo della prostituzione di alto bordo e riciclaggio di denaro, poi iniziarono a tassare le merci russe che sbarcavano in America. Come ex ufficiali di KGB e FSB ala fine hanno intrapreso la redditizia attività di “reclutatori”: di soldati, veterani, specialisti ed ex-agenti dei servizi segreti russi. A caro prezzo possono offrire a chiunque i migliori solitari bianchi del mondo.
Da queste parti ha una sede la “TA Firma”.

 


BIG BEN’S SQUARE: una piazza con una statua del re edificata coi soldi dei cittadini inglesi e con quelli della R6R-Pratt&Withney Co.

 


AKROPOLES HILL: su una collina artificiale sorge il piccolo isolato greco, con il Partenone, ceduto dalla Grecia alla Microtech in cambio di una cifra pari al debito pubblico dello stato ellenico. La strada venne poi tentata anche dalla Chiesa Cattolica.

 


ILE DE FRANCE: in una piccola isola terraformata nel fiordo di KC sorge questa area francese elegante e riservata. Come nella tradizione stereotipica, hanno aperto in questa oasi controllata e sorvegliata da forze di polizia privata gli athelier dei maggiori stilisti, anche se per la verità, ben pochi sono quelli francesi: Devicq-Fashions, Elle Magazine, Gucci, Harrod’s of London, Hermes fashion, Jaguar Automotive, Jhonny Walker Scotch Free-Market, L.L.Bean Clothiers, Moskovskaya Vodka & Spirits, Nakamura Swimwear, Porsche Sunglases, Sally Stanley Woman Clothes, Tiffany Cristal, Vogue-Europa, Armani.

 

 

 

CORPORAZIONI



BIOMAAS: Corporazione olandese (la sede è un grattacielo a Amsterdam, su una piattaforma in mezzo al mar del nord) che è nata e cresciuta con innovazioni pesanti nel campo dell’alimentazione transgenica. Il morbo che ad inizio millennio colpì il 90% degli animali del pianeta e dopo solo tre anni anche le colture agricole, noto come BSE, spinse a produrre cibo su scala industriale sfruttando pochi prodotti di base studiati e sviluppati in laboratorio. La Bio-Maas fu la corporazione pioniere in questo senso, anche se venne accusata diverse volte di avere causato le prime mutazioni genetiche, che colpirono il mondo dopo il 2010. E’ una delle tre “sorelle BIO”.

 

A KC c’è la più grande rappresentanza del Nord America, un grattacielo di cristallo e acciaio che parte nello sprawl e tocca il 6° livello con una magnifica terrazza da cui si gode lo spettacolo del sole oltre la cupola.
Da notare che sir G.J.Maas è azionisatd i riferimento anche di maas neotek e Maas Biolab Gmbh.

 

Azionista di Rif.: Sir Gregor Johana Maas (27%)
Dipendenti: 56.000 (C: 50.000, M: 5.500, A: 500)

 


TA Firma : (Telephon Avtomat: lett. “telefono a gettoni”): è il nome del leader mondiale della telefonia mobile e fissa nella programmazione dei router dei satelliti per telecomunicazioni. Sbaragliò la concorrenza di AT&T&Bell Co. e di EURO TELEKOM grazie a tariffe bassissime e ad una tecnologia basata non più sulle obsolete fibre ottiche, ma sulla trasmissione dati via laser a calibrazione variabile, ottenibile solo con diamanti di estrema purezza. Diamanti che abbondavano sia nelle miniere dei monti Urali, sia in Jakuzia. Poi vennero le alleanze con gli antichi soci: AT&T&Bell Co., con cui si divisero il mercato: agli americani il mercato della telefonia in nord america e giappone, alla EURO TELEKOM il mercato europeo, a TA quello russo ed asiatico, oltre alla gestione di tutta la rete internet mondiale.
Azionista di rif.: Mikhail Mikhailovic Voronov (54%)
Dipendenti: 21.500 (C: 20.500. M: 500, A: 500).

 

 

 

LUOGHI



VANDERWELT NEODRUG CAFÈ (Amsterdam): un bar in cui si somministrano droghe sintetiche su misura: si scelgono gli effetti desiderati e avvenenti cameriere in bikini tigrato, zebrato, leopardato 8° animali a stufa...) portano asieme alle consumazioni le pastiglie, le polveri o i liquidi con tanto di Bone McKoy, siringhe senza ago.

 

Sono disponibili priveè ed è obbligatoria il pagamento anticipato, oltre ad un deposito esigibile all’uscita per eventuali danni a cose o persone.
Se lo si desidera, la direzione mette a disposizione accompagnatori per tornare a casa.

 

Il secondo piano, direttamente su un canale in stile olandese, è consentito solo ai soci: c’è un ristorante ed una sauna.
Vi si possono trovare tecnomedci e biochimici in gamba.

 


WAGNER HOUSE (B.strasse): un locale frequentato da neonazisti e fanatici di esoterismo, magia, religioni strane. Animato da tavolini in cui si discute di filosofia e razzismo, ascoltando Wagner e Von Essen. In realtà il neonazismo è una facciata, anche cameriere/i indossano divise da ufficiali e dietro corrispettivo eseguono pratiche sessuali particolarmente estreme sui ricchi clienti in cerca di emozioni ed evasione. Si arruolano guardie e solitari di bassa lega: un buon posto per assicurare la morte al vicino di casa che suona la batteria. Kurt Dino-Saurer ha lavorato anche qui...

 


SPUTNIK (L.O.): è sulla Uliza Mira (Via della Pace): ambientazione spaziale per la musica sperimentale di Olga AD (Inferno). I migliori rokers si sono esibiti qui almeno una volta, e sempre qui lavorano forse le più belle ragazze russe d’america e cetamente i migliori ex-agenti segreti del pianeta sovietico.

 


KASACIOK (L.O): un bar, casa da tè, bisca, ristorante di georgiani. Si lasciano i messaggi con le offerte di lavoro (di solito: omicidi e prezzo corrisposto, un recapito ed una prova richiesta per provare il lavoro) e chi lo esegue può presentarsi a ritirare il premio.

 


NELSON IRISH PUB: a Big Ben’s Square, serve birra scura ed è frequentato soprattutto dai cacciatori di taglie e dai commercianti di grosse partite di merci di ogni tipo. Il vecchio Nelson mete a disposizione le proprie garanzie per coprire gli scoperti di affari in cui ritiene di potere guadagnare qualche cosa.

 


CAFÈ BOUDELAIRE: sull’Ile de France è popolato da artisti, galeotti, trafficoni e da tutta quella crème françoise che popola le strade di KC.
Anche i solitari capitano qui, ma di solito è per godere del relax offerto da un posto sorvegliatissimo dalla polizia privata.

 


CHIESA BATTISTA DEL DIVINO AMORE (B.strasse): una organizzazione a fini di lucro, dedita alla redenzione dei fedeli: anche con atti di terrorismo e di sacrificio estremo, come la morte per una giusta causa.

 

 

 

PERSONE



ANASTASJIA KOLKOVA: (BIO) Lavora in pianta stabile per le tre sorelle BIO (biomaas, biomai, biotech) ed è il capo di loro servizi di sicurezza. Di origine russa, ha un impianto neurale cibernetico talmente complesso, per quanto quasi invisibile, che ogni tre ore di utilizzo ha bisogno di un check up completo. A questo limite fa da contraltare che è ancora il solitari corporativo più veloce in circolazione.

 


ATOYOMAMA: (E) Le Cop’s Raider sono una banda di motocicliste di Amsterdam, cacciatrici di poliziotti e, in generale, di divise corporative. Vestono con giubbe di pelle nera ed il loro capo, Atoyomama, ne ha uno di pelle umana, si dice quella di un alto dirigente della Hosaka caduto nelle loro mani qualche mese fa.

 


B-BABEL: (E) Un solitario inglese per operazioni di basso profilo. Nè troppo brava, nè troppo costosa, e non guarda mai in che piatto mangia.

 


BALLERINA: (LO) Una delle star del Jet Set Internazionale. Ha un LargeFlat a Little Odessa, pare sia l’amante di Oleg Salenko, a cui deve pressochè tutto, a partire dai due occhi con iridi cangianti (fatti con polveri finissime di INDIO su misura dalla ZEISS IKON CO.). I suoi film sono dei MUST dei corporativi e non solo, l’attrice e cantante più pagata nella storia. Pare debba il suo nome a quando, ancora ignota e già bellissima, danzava in tutù e scarpette in locali malfamati eseguendo anche lap dance.

 


DIRK DE BRULLE: (E) Già corporativo della BIOMAAS, direttore dei servizi segreti della sede di KC. Estratto dall’M-8 britannico ha mani invischiate un po’ dovunque.
Ora è direttore servizi speciali della Turner Co., l’agenzia MEDIA più grande del mondo (comprende W.Disney, AOL, BBC, CNN, ABC, Mediaset, Netwoork 54 e le squadre del Manchester UD., Milan, Paris S.G., Spartak Mosca, Chicago Black Socks, Dallas Cowboys, Chicago Bulls, Orlando Magic e la squadra olimpionica del Canada.
Ufficiosamente ha un carnet di 1.000.000.000 al giorno.

 

EXEC & MATT: (E) servizi finanziari ad ampi spettro: con in mano nulla hanno fatto fallire, grazie ai loro giochetti fatti di netrunning di alto profilo e spaccio di informazioni contraffatte, la Renkaru, prima che le banche giapponesi intervenissero con un massiccio innesto di denaro.
Il loro carnet è riservato, per trovarli bisogna sudare sette camice: ma se si diffonde la voce di un buon affare vengono fuori da soli. Il problema è, che molte voci le mette in giro la Rankaru per scovarli e farli fuori...

 


GIANT BO: (E) Un grosso ex-agente di polizia che ora dirige la sicurezza di Amerika.

 


KATHERINE HEIGL: (E) metà tedesca e metà giapponese è una solitario dall’oscuro passato anche al soldo di capobanda del calibro di Sullust Krisp, della Hosaka e della Yakuza.
Da 10.000 ad operazione.

 

MADAME: (E) Investigatore privato sclacagnato eppure con un grande fiuto... per i guai.
Vive nel boro europeo dove ha uno studio ed un tariffario economico.

 


NASTY NASTIJA: (LO) E’ una abile mercenaria russa, già prima donna e prima europea al soldo della Yakuza. Ora lavora in proprio. Lascia sempre il suo marchio di fabbrica in ogni operazione: una lamina 3,5 per 3,5 cm di metallo orbitale. Fuso sul corpo senza testa o sul luogo della sua intrusione, le poche volte in cui non uccide qualcuno. Vive probabilmente a nord di N.C., a Little Odessa, ma l’unico modo per rintracciarla è fare sapere che ti serve nei soliti bar: sarà lei a farsi viva.

 


PLUS-ING: (E) ecco un tecnico cybernetico piuttosto quotato per i lavori di personalizzazione che sa fare: ottima soprattutto su neuralware e occhi, sistemi di mira e puntamento avanzati, probabilmente perchè lavorava per R&S di ZEISS IKON.
Tariffa: 500/ora.

 


ROGUE: (E) E’ una olandese piuttosto ignorante e prepotente che spesso vende la pelle dell’orso prima di essere partita per la caccia, ma finora non è ancora crepata... complimenti a lei.
Da 300 a target.

 


OLEG SALENKO: (LO) Il capo della malavita organizzata di Little Odessa è questo ex-agente dei servizi segreti russi. Una persona losca eppure con un alto senso dell’onore che è in grado di procurare qualunque tipo di specialista estratto dai corpi di elite dei paesi arabi ed orientali.
Difficile da avvicinare, al di sotto di un certo livello.

 


SASHA: (LO) La figlia di Salenko, si occupa della gestione finanziaria degli affari di famiglia e della amministrazione delle beghe delle compagnie russe in occidente. Estremamente potente, pare abbia recentemente procurato un favoloso accordo al padre con la Hosaka.

 


SCRUBBER: (E) Una maledetta spia doppiogiocista, masochista e malvagia. Sempre al soldo del migliore offerente, anche in mezzo ad n combattimento, se sei abbastanza veloce da trasferire l’accredito: è sempre connessa al suo conto bancario per verificare i versamenti. Vive a Berlinenstrasse, ha un carnet di tutto rispetto, 30.000/operazione.

 


SLICK: (E) E’ il nuovo capo della sicurezza MAAS. Non si sa molto di lei, eccetto l’efficienza tipicamente europea. Ha un vago accento olandese.

 


TEA LAMOTTE: (E) Biomedico, specializzato in biosculture e droghe sintetiche, effettua diversi tipi di lavori, improvvisando.
Tariffe: Da 1.000.