Stampa

BLACKS


Le “Blacks” sono le zone più povere nella cintura interna della città, abitate per lo più dai neri d’America e emigrati latino-americani di vecchia generazione.

 
 

Si tratta di agglomerati poco raccomandabili ed in perpetua lotta tra di loro, sono popolati da bande folkloristiche e spesso molto pericolose ed organizzate.

 

Nonostante i contrasti tra i capi popolari delle etnie e fazioni (solo pochi di essi le conoscono tutte!), esiste un caso in cui potrebbero trovarsi tutte (o quasi) unite: se un bianco, specie uno di Amerika, attraversasse le “Black’s Zones”.

 

In linea generale si vive di furti più o meno piccoli, taglieggio verso le scarse attività interessanti e di lavori saltuari di costruzione in alcune zone di espansione, oltre ad una cospicua attività industriale nel livello superiore: hanno sede da queste parti le fabbriche che producono licheni e muschi di orzo e luppolo per la distillazione della birra sintetica della Turk-Tuborg Breweries e quelle che producono fermenti sapidi per la Big Ginza Freeze-Dried Soups Co.

 

 

 

CORPORAZIONI



TURK-TUBORG BREWERIES: Assieme a Corona è la più grande produttrice di birra al mondo. Da quando anche i paesi asiatici poveri (India e Cina) decisero di passare alla dieta delle re B (Beef, Beer and Butter) abbandonando riso e soia e ci si accorse che le coltivazioni naturali di orzo e luppolo non bastavano a soddisfare nemmeno il 33% della richiesta mondiale, si decise di intraprendere produzioni su vasta scala di prodotti transgenici.
La esenzioni sugli utili promessi dalla giunta di KC convinsero diversi produttori a trasferire le attività in Kalifornia, attività poi rilevate dal gigante della birra.
La sede è a Copenhagen.A
zionista di rif.: Markus Ferstenheimer-Gurz (58%)
Dip: 25.000 (C: 23.000, M: 2.000, A: 15).


BIG GINZA FREEZE-DRIED SOUPS CO: se vi siete chiesti chi sia a produrre le zuppe surgelate o disidratate che milioni di cinesi e giapponesi succhiano rumorosamente agli angoli delle strade, la risposta la troverete nell’isolato più decente di Blacks.
Ginza è un cinese emigrato diverse generazioni fa in Sud Africa e che sfruttando l’abbondanza di terreni nel continente nero ha costruito l’impero della zuppa disidratata.
Azionista di Rif.: Ginza (71%)
Dip: 48.000 (C: 45.000, M: 2.000, A: 1.000).

 

 

 

LUOGHI



LEO’S CORNER: è un locale piuttosto buio frequentato dai capi delle bande per rappacificarsi o trattare alleanze contro altri gruppi. Leo è un mezzosangue: mezzo americano, mezzo portoricano, mezzo africano e mezzo qualcos’altro... E’ un ottimo referente se si cerca un contatto da queste parti.

 


JERRY “D.J.” GLDENKING: è una discoteca sempre piuttosto affollata per l’ottimo hip-tek-hop che si suona ed è frequentata anche da ricconi in incognito ed amanti del rischio. L’ambiente è davvero “naturalmente trash”, è i bianchi o i gialli restano comunque una rarità.

 


VETERAN’S BAR: è frequentato dai veterani prima delle guerre centroamericane e delle rivolte dello Zaire, e poi dai veterani delle lotte di quartiere del 2019, durate 11 mesi ininterrotti.
E’ ottimo per trovare gente disposta a tutto e capace di ancora di più...

 


ROBOTIC WAREHOUSE RESORT: tipica fabbrica automatizzata orbitale con annesso il circolo ricreativo, un incontro usuale, a Blacks.

 

 

 

PERSONE



13CHEMICALS: (B) Sono stata una delle prime bande di N.C. Il loro capo era un ingegnere genetico della Bio Maas, prima di restare invischiato personalmente negli esperimenti della Corporazione. Non hanno residenza in alcun quartiere specifico, ma di solito si stabiliscono nelle fogne o nelle vecchie fabbriche in disuso, vivendo di razzie. Soprattutto, razziano carne. Umana. E viva...

 


BALCK HOP: (B) anche lei è di Blacks, di origine Etiope fu un esperimento di cybernetizzazione ad alto impatto: umanità zero, è uno dei cyberskizzati più ricercati dalla polizia per la sua inaudita violenza.

 


BILLY CAT: (B) è un ispano americano, ex-ufficiale dei texas rangers. Piuttosto avanti con gli anni, fa dell’esperienza e della astuzia la sua dote maggiore. Accetta incarichi che lo stimolino e lo facciano divertire, ma non lavora per le corporazioni. Bazzica il bar dei veterani,

 


DEMONS: (B) I Demons sono una banda di ispano americani profondamente cattolici di Blacks, ma a tal punto fanatici che credono che sia meglio che l’apocalisse arrivi adesso, senza aspettare l’ulteriore decadenza umana. E’ molto pericoloso passare nella loro zona, a sud di Blacks.

 


DEVIL-D: (B): la leader dei Demons non è una donna, ma un omosessuale di Panama.

 


E-KUBA: (B) Cubana, ex netrunner dei reparti di infiltrazione profonda durante le guerre corporative, si dice abbia più volte scardinato le difese di stati come la Federazione Nord Americana, o la Federazione Russo-Araba. In tutti locali di netrunners si può trovare un contatto che porti a lei.

 


IOTA: (B) Diabolica Rocker con un passato da skizzata, esegue musica satanica nei locali più alla moda, come in quelli più luridi. Per sentirsi come a casa, dice.

 


KOME: (B) Una delle peggiori bande di psicopatici cittadini: raccoglie tutti gli skizzati e li raduna in un esercito sordido e violento, per quanto male organizzato.

 


NO-DEATH: (B) Il nome incute terrore: è una banda gotica che non uccide, ma provoca sofferenze allucinanti anche per mezzo della braindance. Agiscono in proprio nel loro territorio al confine tra Blacks e Amerika e spesso vengono assoldate dalle corporazioni per lavori sporchi che passino come vendette o screzi tra bande di cromati rivali.
Hanno un carnet di 30.000 ad operazione, la loro leader è senza gambe e si muove su particolarissimi arti biomech coperti di uno strato di metallo liquido.

 


YANA: (B) Assalti, incursioni, prelievi, eliminazioni, nel suo repertorio.
Estremamente pericolosa per il suo caratteraccio, soprattutto odia i bianchi e i gialli.
Tariffa: da 1.000.